SardegnaGoSardegnaGo
Forgot password?

Villaggi a Budoni

Ufficio Prenotazioni 06.97858000      -     info@sardegnago.com

Budoni (Budune in sardo logudorese, Buduni in gallurese) è un comune italiano di 5.191 abitanti della provincia di Sassari in Sardegna, che si affaccia sulla costa nord-est della Sardegna, è situato strategicamente tra il Golfo di Orosei e la Costa Smeralda, si presenta come un delizioso paesino sullo sfondo di uno straordinario mare turchese ed è una delle destinazioni più ambite dell'isola. All'inizio del 1800 Budoni e il suo territorio, fanno parte del comune di Posada, nel 1927 diventarono provincia di Nuoro; nel 1959 il paese è comune autonomo e in anni recenti, per via della riclassificazione delle provincie, dipende dalla provincia di Olbia-Tempio (ma la situazione è in costante evoluzione). Piccolo gioiello del territorio delle Baronie, con i suoi 18 Km di costa e le sue bianchissime spiagge, dove la natura è ancora incontaminata, fa da cornice ad una vacanza non solo rilassante, ma anche all'insegna del divertimento, ideale per visitare località mondane come la vicina e più nota San Teodoro.

Fra le meraviglie della zona si ricordano Li CucuttiBaia Sant'Anna e Cala Budoni. La sabbia candida e soffice e la macchia mediterranea, che racchiude fra le braccia lidi di straordinaria bellezza, rapiscono lo sguardo e lo inebriano; Cala Ottiolu con le sue acque basse e verdi, è una delle più amate e si ritrova a ridosso di Porto Ottiolu, approdo turistico di riferimento che rappresenta un punto di partenza per gite sottocosta.

Oltre che dai paesaggi unici al mondo, i numerosi turisti che trascorrono una vacanza a Budoni, sono attratti anche dalla cultura rurale e dalla storia del luogo: il paese è nato infatti, come antico stazzo gallurese nei cui dintorni sono presenti molteplici frazioni o borghi, come San Lorenzo, Solità e San Pietro, che conservano ancora quell'economia agro-pastorale che caratterizza la tradizione sarda; se amate il fascino antico, gli stazzi di San Pietro ti riportano indietro nel tempo: un percorso di antiche abitazioni pastorali, costruite con pietre millenarie, malta e fango che testimoniano l'immagine del borgo sardo di campagna nell'Ottocento, il fascino colorato delle stanze e le corti raccontano ancora oggi antiche storie di vita.

Non mancano inoltre, interessanti resti archeologici: di notevole valore storico sono la torre di Su Entosu, un nuraghe-vedetta ubicato su una vetta granitica, il nuraghe Conca e Bentu e la domus de janas l'Agliola nella frazione di Solità; sono presenti poi tracce lasciate dalle popolazioni nuragiche attorno al 1700-1800 avanti Cristo. Sono scarsi i documenti del periodo romano, pur se nel territorio si rinvengono abbondanti frammenti ceramici legati a quell'età, anche perchè il non lontano porto di Ottiolu divenne un importante luogo di scambi commerciali per tutta la fascia costiera.

Le colline racchiudono il paese, dotato di uno splendido borgo di pietra; il centro storico, ricco di storia e locali pubblici, è il cuore della vivacità notturna: discoteche, luoghi di incontro e ristoranti animano l'atmosfera tutto l'anno, specialmente durante la stagione estiva, dove Budoni si anima particolarmente; l'Amministrazione Comunale e i Comitati Locali organizzano eventi d'arte e cultura, incontri culinari ed enogastronomici, oltre a serate musicali di enorme interesse pubblico. Se si vuole aggiungere un pizzico di mondanità, a 12 Km troviamo la già citata San Teodoro, anch'essa con le sue attrattive notturne, di cui abbiamo ampiamente parlato nella guida dedicata ad essa.

Il Ferragosto budonese è senza dubbio la festa popolare più amata e attesa, con le sue piazze colorate ed animate dalla musica e la gioia che vi travolge; è una celebrazione all'insegna di balli nelle discoteche e locali da sogno, ma si inizia presto in calendario, esattamente dal 16 Gennaio, con la festa di Sant'Antonio Abate; a Carnevale con la sfilata dei carri allegorici e distribuzione di frittelle, per poi proseguire a Pasqua, con cerimonie religiose classiche legate all'incontro tra la Madonna e il Cristo risorto, fino alla festa patronale dell'ultima Domenica di Agosto, dedicata a San Giovanni Battista.

La voce economia più importante a Budoni è il turismo balneare e archeologico; sono rilevanti anche la pesca, l'agricoltura, diversi tipi di allevamento, l'industria di trasformazione alimentare, soprattutto lattiero-casearia.

La vacanza a Budoni, vi permette di conciliare cultura, arte, paesaggio, enogastronomia e ittiturismo (cioè l'insieme dei servizi offerti dai pescatori sulla terra ferma) con sport, mare, spiagge paradisiache e tanto divertimento. Le numerose strutture ricettive della zona, dai residence alle formule hotel con trattamento di mezza pensione o pensione completa, offrono al visitatore la possibilità di usufruire dei vari servizi quali l'animazione diurna e serale, escursioni oltre ad avere la tratta navale inclusa, grazie alle meravigliose offerte dove si pagano solamente le tasse e i diritti portuali. Molti sono anche i percorsi naturalistici amati dagli appassionati di trekking e mountain bike; sono presenti degli stagni salmastri, dove vive la tipica vegetazione di tamerici e giunchi e dove stazionano colonie di fenicotteri rosa, che sono ricercati per il birdwatching, l'osservazione e lo studio degli uccelli in natura. Budoni è un luogo dove la natura dà ancora il meglio di sé, con i suoi litorali sempre circondati da pinete e macchia mediterranea, che rinfrancano il corpo e lo spirito quando la spiaggia, le cui trasparenze ricordano quelle dei Caraibi, diventa bollente.

Di grandissima importanza è infine il villaggio di Porto Ottiolu, località di origine antica utilizzata già dai Romani come punti di approdo sull'isola; dotato oggi di oltre 400 posti barca, è l'ideale punto di partenza per piccole crociere alla scoperta delle meravigliose coste sarde.

Per concludere il nostro viaggio in questa magnifica zona della Sardegna, non si può non fare una citazione all'arte culinaria. Tra i piatti tipici di Budoni, da ricordare la zuppa gallurese, gli gnocchetti sardi, le tagliatelle e i secondi a base di carne di agnello e porcetto, cui naturalmente vanno aggiunti i piatti tipici marinari, con il pescato quotidiano e delle ottime prelibatezze del posto, tutte da scoprire. Tra i dolci, i papassini, tipici di novembre e offerti in memoria dei defunti, le origliette, i bianchini, le formagelle, tipiche del periodo pasquale.

Trascorrere una vacanza a Budoni e in questa parte della Sardegna è sinonimo di vitalità, relax e anche nostalgia..... perché il momento peggiore è il ritorno a casa, il dover abbandonare un posto meraviglioso, che vi entrerà nella pelle, senza uscirne facilmente.

Hotel Club Eurovillage
Budoni Costa Nord

46 recensioni

La struttura sorge vicino al mare e a poca distanza dalle maggiori località turistiche della zona, come Porto Ottiolu e la rinomata San Teodoro.

a partire da53.00 DETTAGLI